Menu

Smartphone: Un Milione di volte più Potente del Computer che portò l'Uomo sulla Luna

Smartphone: Un Milione di volte più Potente del Computer che portò l'Uomo sulla Luna

Gli Smartphone sono dei veri e propri Computer, praticamente analoghi a quelli portatili o che abbiamo sulla scrivania (desktop); un comune Smartphone è un milione di volte più piccolo dei computer che hanno consentito nel 1969 di portare l’uomo sulla Luna e, altresì, un milione di volte più potente!!

Come tutti i computer, gli Smartphone, dispongono di microprocessori, cioè di CPU (Central Processing Unit, l’unità microelettronica in grado di eseguire le elaborazioni in codice binario – statilogici 0 ed 1-). Tali CPU possono essere al loro interno duplicate, quadruplicate, ecc. al fine di potenziare le prestazioni del computer stesso. 

Per tenere alte le prestazioni del dispositivo, si aumentano i "Core" a parità di frequenza di clock. 

Si parla di “core” quando si vuole intendere, in modo semplice, il cuore del computer o Smartphone, il "nucleo elaborativo" di un microprocessore: Mettere più “core” significa moltiplicare la quantità di lavoro, ovvero di calcoli (in termini elaborativi) a parità di frequenza di clock, ovvero del tempo cadenzato per eseguire ogni singola istruzione. Aumentare la frequenza di clock fa accelerare la velocità del microprocessore a compiere le elaborazioni, ma oltre un certo limite non si può spingere in quanto il microprocessore cesserebbe di funzionare. Velocità tipiche di frequenza di clock oggi sono di 1,2 GHz ovvero un milione e duecentomila cicli al secondo!! Velocità che a noi umani sembra straordinaria!

All’aumentare di tali frequenze per accelerare la velocità di elaborazione, i consumi di elettricità diventano elevatissimi e le batterie si scaricano velocemente; inoltre, più si alza la frequenza di clock, più è necessario smaltire molto calore prodotto dai microprocessori. Ciò per i piccoli dispositivi, come nella fattispecie gli Smartphone, è un grande problema in quanto stanno nel palmo di una mano e non possono arrivare a temperature elevate (come invece i dissipatori dei computer portatili e dei desktop), così per eliminare questo problema, si aumentano i Core a parità di frequenza di clock.

Oggi gli Smartphone più noti e moderni dispongono addirittura di quadcore, cioè di 4 cuori (microprocessori singoli) ed addirittura cominciano ad essere commercializzati gli octacore (8) e si affacciano all’orizzonte gli hexacore (6).

Se si riflette, si vede come lo sviluppo dell’elettronica sia stato decisivo nel migliorare le condizioni dell’uomo. 

Torna in alto