Menu

Leadership autorevole, non autoritaria

Leadership autorevole, non autoritaria

Per il buon andamento di una impresa occorre tener presente a quali persone viene affidata la Leadership. Lo Stile del Capo determina una vita aziendale dinamica e scorrevole.

Il comportamento del Responsabile con le persone che interagiscono nel processo produttivo, l’ascolto delle loro motivazioni, le relazioni interpersonali, caratterizzano la produttività in quanto influiscono con la condotta delle persone. Infatti a parità di doti intellettuali del “capo”, lo Stile può  esercitare un'azione positiva o negativa sul Clima aziendale.

Per semplificare, tre sono gli stili di leadership a cui si fa generalmente riferimento:

Autoritario, allorchè il capo mantiene una distanza con tutti gli appartenenti al gruppo, non si consulta, impartisce ordini, fa marcare la propria superiorità rispetto agli altri ed oltre a creare un clima emotivo non gradevole, non ha un appoggio “aggiuntivo” da parte dei collaboratori.

Democratico, quando il leader ascolta le dichiarazione dei vari membri del gruppo prima di prendere una decisione. Il risultato è una convinta disponibilità e partecipazione che crea una costante produttività e minore assenteismo perchè il capo è considerato Autorevole.

Lassista, in cui probabilmente non esiste particolare interesse del Responsabile nel conseguire gli obiettivi dell’azienda  trasmettendo questo suo stato d’animo al gruppo con conseguente scarsa produttività.

Come si può comprendere nell'ambito dei comportamenti indicati, possono esistere una miriade di ulteriori possibilità. Ma quali sono in dettaglio le Qualità di un Leader:

  1. Visione d'insieme: Considera tutti i fattori per raggiungere l'obiettivo, li condivide con i collaboratori e vigila sul percorso che viene intrapreso.
  2. Comunicazione   : Offrire informazioni continue sugli obiettivi, sul modo di conseguirli, sul ruolo di ciascuna persona.
  3. Fiducia con le maestranze: delega di autonomia e discrezionalità, ascolto di chi vive i problemi ogni giorno, coinvolgimento nella attività di gruppo, motivazione della singola persona.
  4. Friendship, Umanità, Onestà: dirigere con criteri di Amicizia, giudicare senza preconcetti e con riconoscimento che si possa imparare anche dagli altri.

Ok. Ma queste sono qualità che si possono valutare solo in corso d' opera. Come scegliere un leader da porre a capo di un team in una Azienda? Vale la pena di considerare con molta attenzione una soluzione  "interna" in quanto si conoscono attitudini e potenzialità del proprio staff, preferendo le persone i cui valori vengono accettati dai vari collaboratori alle "personalità" prorompenti che prima o poi si troveranno in rotta di collisione con  decisioni non condivise, capaci di generare attriti e divisioni.

Tuttavia si presentano nella realtà casi per i quali occorre cambiare completamente cultura nell' azienda e sarà necessario effettuare un recruitment all'esterno.  L'affidamento dell'incarico a società esterne non condizionate da favoritismi, permetterà di individuare il Team Leader adatto alle caratteristiche dell'impresa che consenta una pronta amalgama con il Personale interno.

Torna in alto