Menu

La Sicurezza contro le frodi informatiche in Azienda

La Sicurezza contro le frodi informatiche in Azienda

E’ noto che gli investimenti nell’ambito della Sicurezza informatica in questi ultimi anni siano in flessione. Più in generale lo sono quelli nel settore informatico.

Nelle P.M.I., in particolare, non ci sono iniziative degne di nota  per promuovere azioni preventive nel delicato settore della Sicurezza in quanto, l’informatica è ritenuta come un “peso” necessario all’interno delle aziende.

I manager conoscono molto bene questi argomenti e tentano di acquisire risorse (uomini e mezzi) dall' Alta Direzione sempre più performanti. Tali risorse vengono destinate alla Produzione, alla Qualità ed alla Amministrazione. Invece, come spiegano i “sacri testi” dell’ Organizzazione, un investimento sulla protezione dei dati informatici  produce in modo tangibile risultati e benefici enormi, superiori a qualsiasi aspettativa.

Molte sono le aziende, le cronache ne riportano giornalmente tanti fatti in questo senso, vittime di truffe/frodi ai sistemi informatici, di danni ingenti ai patrimoni aziendali, di attacchi mirati e non alle preziose informazioni. Senza citarne di spettacolari, ricordiamo solo che in Italia operano numerosi nuclei di Polizia e Carabinieri nel settore delle frodi informatiche perpetrate in vari modi alle aziende.

Molte Aziende si accorgono solo dopo il “disastro” di quanto siano stati incauti nella mancata predisposizione di misure, anche semplici, atte a tutelare il patrimonio informativo. La consapevolezza viene soltanto dopo che i “buoi sono scappati dal recinto” e si corre tardivamente ai ripari per la scarsa attenzione prestata agli attacchi informatici interni ed esterni all’azienda.

E’ bene dire che una sana ed attenta strategia della Sicurezza informatica con inizio di una cultura aziendale fornisce alle imprese una solida garanzia per la prevenzione. Ci si stupisce anche come il costo di implementazione in una realtà anche articolata sia veramente modesto considerando i danni che un sistema non sicuro possa arrecare.

Gianni Scavino

Torna in alto