Menu

Analisi di una Campagna Pubblicitaria

Analisi di una Campagna Pubblicitaria

Gli effetti di una Campagna pubblicitaria non debbono essere valutati  dalla sola  variazione del volume delle vendite.

Certamente un boom nella richiesta del bene pubblicizzato è un indice di valutazione empirico della azione posta in atto. Ma non basta. I risultati possono essere riscontrabili nel tempo. In ogni caso per  migliorare sempre più l’impatto positivo  con i destinatari, occorre monitorare ogni campagna pubblicitaria indipendentemente dal successo economico ottenuto ed ancor più se il boom è stato sboom (non ha avuto successo).

Dovrebbe essere normale per una Azienda analizzare con cura l'esito di qualsiasi azione promozionale per trarre indicazioni di miglioramento per il Futuro. Per una Campagna televisiva ad es.  vale la pena verificare, su una percentuale di spettatori (ma anche di non spettatori ) se è stata raggiunta la fascia target a cui si è rivolto lo Spot

- La percentuale di ricordo della Marca/Marchio (Audience);

- La Fascia oraria di maggior ascolto;

- L’indice di ricordo degli elementi visivi e verbali del messaggio/i pubblicitario;

- L’ Analisi delle principali variabili socio-economiche (Sesso, Professione, Età, Ampiezza Centro, etc).

L’obiettivo può essere considerato centrato se il ricordo della campagna svolta (senza tener conto della durata e ripetitività), supera il 5% degli intervistati. il ricordo deve essere suffragato dal riscontro di ulteriori indicazioni sul  prodotto e sulla percezione del messaggio pubblicitario.

 E' importante prendere nota della caratteristica dello spot che viene citata con maggior frequenza dall’intervistato: questa “caratterizzazione dello spot” deve costituire il leitmotive di ulteriori campagne.

Torna in alto

Ti potrebbero interessare anche